ROMA – «Ho bisogno di rivedere la partita perché dal campo ci sono stati tanti aspetti positivi, abbiamo fatto 27 tiri in porta e 13 nello specchio. Dobbiamo capire perché la Roma è riuscita ad andare in gol quattro volte giocando 18 palloni nella nostra metà campo». E’ amareggiato Maurizio Sarri. Il tecnico del Napoli ha parlato ai microfoni di Premium Sport dopo il ko interno per 4-2 contro la Roma. «I tifosi sono stati meravigliosi e mi dispiace soprattutto per loro. L’ambiente sa che noi stiamo facendo bene nonostante il Napoli non sia un’espressione così forte del calcio italiano. Il San Paolo è stato supendo durante e dopo la gara. Il pubblico sa benissimo che noi stiamo dando tutto. E’ stato disturbante vedere la Roma segnare tre volte in tre sole occasioni e vedere la partita completamente in mano nostra. Dobbiamo capire perché gli abbiamo concesso così tanto in relazione alle poche volte che ci hanno messo in difficoltà».

Sarri ha poi chiarito: «Se il gol di Dybala ci ha condizionato? Io quello che pensavo su questo aspetto l’ho detto in tempi non sospetti. Avevo detto settimane fa che era una follia, non lo ripeto adesso per non dare un alibi ai nostri giocatori. Nessuno ha detto nulla sulle nove partite che la Juve ha giocato prima di noi, quindi forse vuol dire dire che va bene così. Corsa scudetto? La fa soltanto la Juventus che è di un altro pianeta sotto tutti i punti di vista, questo è piuttosto palese. Noi stiamo provando come possiamo a renderle la vita difficile ma loro sono di un’altra categoria», ha concluso il tecnico del Napoli.