Uno dei modelli della collezione Autunno-Inverno "Daniela Danesi Couture"

Moda e prevenzione. Queste le parole d’ordine dell’esclusivo defilé andato in scena qualche giorno fa al Belvedere Carafa di Napoli, che ha visto in passerella ben 108 mise che aiuteranno a finanziare la ricerca legata ai tumori femminili. Una lodevole iniziativa firmata della stilista e imprenditrice Daniela Danesi, che nel mese dedicato alla prevenzione oncologica ha scelto di sostenere con una donazione la campagna Airc “Nastro Rosa”. A portare il saluto del comitato campano dell’associazione, la professoressa Lucia Altucci, ricercatrice Airc presso la SUN, che ha parlato dell’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce. Tra le altre ospiti, gli assessori comunali alle pari opportunità, Daniela Villani e al Welfare e Sanità, Roberta Gaeta, la presidente dell’Aidda Associazione Imprenditrici e Donne Dirigenti d’Azienda Marta Catuogno e Alessandra Schettino.
In passerella per la stagione fredda, “Daniela Danesi Couture” ha proposto completi easychic in cachemire italiano ultraleggero, pratici tubini giromanica abbinati a cappottini o giacche dal taglio impeccabile, punto di forza della sartoria. Le tinte sono delicate, rosa cipria, avorio, beige, fino ai toni del tortora e dei marroni. La lana è merinos extrafine oppure velour. Lavorati finemente a coste con frange intrecciate a mano, i poncho sono realizzati in prugna, blu ardesia e panna, infilati al collo o al braccio, da indossare su abitini in seta, a righe verticali a contrasto e manica raglan. Collo alto e abbottonatura laterale per i cappottini dai toni accesi. La maglieria è impreziosita anche da ricami artigianali personalizzati da indossare con colli e manicotti bicolore. Le polo camicia in tinte pastellate sono in filato di lana, seta e lurex, da indossare su pantaloni gessati dal taglio maschile, corti e con piega a vista.
In ecodaino, ispirati alla madre Terra, giacche, pantaloni a zampa e ampi trench a ruota, perfetti anche sui jeans.
Il velluto è in seta, per un effetto sera: abiti scollati sulle spalle che lasciano posto a colli in lana merinos extrafine, finemente cesellati sui bordi, per un effetto collana.
In velluto liscio stampato gli abiti longuette, le giacche e i cappottini, questi ultimi arricchiti da passamanerie e tessuto patchwork multicolor.
Ed è subito gran soirée con la linea “dress code” costellata da abiti pronti a stupire in occasione dei party più esclusivi.