CASERTA – Ieri sera, presso la Cappella Palatina del Palazzo Reale di Caserta, si è conclusa la II edizione del Festival Internazionale “Città in Concerto, con il concerto della “Suddeutscher Arzte – Chor e Arzte – Orchester” – Orchestra e coro dei Medici della Germania Meridionale”.

Il concerto dell’orchestra tedesca, costituita da oltre cento elementi, di rilevanza internazionale, filantropico, è organizzato dal Coordinamento regionale della Campania dei Distretti Turistici, l’Ambasciata Tedesca in Italia, la Regione Campania, la Provincia di Caserta, l’Asmel, l’Unicef e la collaborazione della Sovrintendenza della Reggia di Caserta. Il concerto coincide con l’apertura serale al pubblico del Palazzo Reale.

Il coordinamento di Distretti Turistici della Regione Campania nell’ottica della valorizzazione delle ricchezze architettoniche, storiche ed ambientali, senza dimenticare quelle enogastronomiche, con il patrocinio della Regione Campania (assessorato allo Sviluppo e Promozione del Turismo), l’Asmel, la Provincia di Caserta, la Provincia di Salerno, la Città di Aversa, la Città di Pompei, il Comune di Sarno e la Reggia di Caserta ed in collaborazione con l’Associazione MusicaleI Virtuosi Napoletanied il direttore artistico M° Massimo Santanello, dopo il successo riscontrato nella I Edizione con “la Campania incontra il Giappone”, ha riproposto con cinque serate concerto la II edizione del Festival in chiave europea.

Un ciclo di appuntamenti musicali dedicati a W.A. Mozart e Giacomo Puccini, entrambi con un forte legame alla città di Napoli e alla Campania che si è svolto nelle seguenti location: chiesa di San Francesco (Aversa); Teatro Di Costanzo–Mattiello( Pompei); Chiesa San Domenico Maggiore (Sarno); Chiesa di San Potito (Napoli); Cappella Palatina (Reggia di Caserta).

Vincenzo Marrazzo, presidente del Coordinamento Regionale dei Distretti Turistici della Campania, in tutte le occasioni di incontro sui territori ha rappresentato i benefici concessi, dalla Legge 106, alle aree obiettivo dei Distretti turistici: “Dalla Zona a burocrazia zero”, alla “Zona franca urbana” fino alla possibilità di accedere a facilitazioni finanziarie che possono attivarsi nelle aree interessate.

Favorire la realizzazione di attività musicali sotto forma di concerti, nei vari spazi del monumenti storici del territorio chiese, ville, palazzi.

Promuovere attraverso concerti musicali il territorio, favorire la sinergia tra le varie Istituzioni pubbliche e private del territorio e  la collaborazione Internazionale tra Associazioni musicali, Accademie musicali, Fondazioni culturali e Orchestre giovanili.

Grande successo ed entusiasmo è stato registrato in tutte le occasione svolte in Campania. L’occasione, ha consentito ai Distretti interessati dall’iniziativa di promuovere le proprie ricchezze e sviluppare un portafogli di percorsi ed itinerari turistici da attivare, di volta in volta, in occasioni similari.