Lello Esposito all'Hotel Mediterraneo

In occasione del “Maggio dei Monumenti 2018”, il Renaissance Naples Hotel Mediterraneo ospiterà un evento speciale che coniuga arte e cultura. Un appuntamento che interpreta i corsi e riscorsi storici di Giambattista Vico, cui è dedicato il Maggio in città per i 350 anni dalla nascita, con un’installazione “polifonica” dell’artista napoletano Lello Esposito, curata dall’intellettuale francese Jean-Noël Schifano. Creazioni in bronzo esprimono lettere e cifre, simboli e fatti per un percorso tra i secoli e la storia di Napoli, che sarà visitabile ad ingresso libero dall’11 maggio (ore 18.30) – serata che rientra nel circuito di appuntamenti di Wine & The City – all’11 giugno. Partner dell’evento, la Fondazione Giambattista Vico, che interverrà all’inaugurazione con il musicista Marco Traverso. All’apertura saranno presenti l’assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli Nino Daniele, il Console Generale di Francia a Napoli Jean-Paule Seytre, Jean-Noël Schifano e Lello Esposito. A dare il benvenuto ci sarà la proprietà dell’hotel con Salvatore e Teresa Naldi e il resident manager Pasquale Noli. Scrive Jean-Noël Schifano nel suo testo esplicativo della mostra: “Solo un artista napoletano, dalla linfa creatrice napoletana – più si è napoletani, più si è universali – poteva tentare di rappresentare, con i segni più profondi e durevoli di Napoli, il turbinio incessante della storia umana che, nell’ammirazione costante degli storici, ci ha intellettualmente rappresentato Giambattista Vico nella Scienza Nuova, libro scritto e pubblicato sotto il governo più ammirevole che abbia conosciuto Napoli fino ai nostri giorni, quello di Carlo III. Una scommessa per un artista, i corsi e i ricorsi da fare vedere, da fare toccare in una mostra unica, in una installazione polifonica, con un solo colpo d’occhio… Lello Esposito poteva misurarsi con Giambattista Vico, lo sapevo seguendo da più di trent’anni il suo creare – con la creta, con il bronzo, con i colori sulle tele – l’anima carnale di Napoli”.