NAPOLI – «L’atteggiamento del Napoli deve essere il solito, iniziamola bene. È una partita molto importante ma non decisiva. L’intensità e l’attenzione saranno fondamentali». Carlo Ancelotti esordisce così in conferenza stampa alla vigilia della partita di Champions contro la Stella Rossa. Si torna subito al pari contro il Chievo e all’utilizzo del turnover: «Critiche normali, non cambio di una virgola ciò che è la mia idea su un gruppo competitivo al di là delle difficoltà avute nell’ultima di campionato». La Stella Rossa «è una squadra sottovalutata – ha detto il tecnico azzurro -. Ha riaperto il discorso qualificazione, è ben organizzata in difesa e cercherà di sfruttare il contropiede. Per vincere bisognerà attaccare bene, non sarà una partita giocata soltanto a una sola porta. Non penseremo a Psg-Liverpool, pensiamo a noi. Si deciderà tutto alla fine».

PASSARE IL TURNO – «Il presidente della Stella Rossa ci ha dato per finalisti? Non saprei, credo che molti siano sorpresi che stiamo competendo con squadre di altissimo rango. Siamo stati una sorpresa – ha continuato Ancelotti -. Lo saremo ancora di più se passeremo il turno. Se non lo passassimo, saremmo dei coglioni. In cosa dobbiamo cambiare? Nell’approccio finale, non aspettare la partita. Dobbiamo farla noi, con la nostra intensità perché siamo capaci di farlo». Ad Ancelotti fanno notare che la sua ex squadra, il Bayern Monaco, è in piena crisi: «Auguro a Kovac di fare il meglio possibile, per me non fu facile e spero sia più facile per lui».

SCUDETTO O CHAMPIONS? – «I tifosi scelgano tra scudetto e Champions – ha scherzato il tecnico emiliano –. Non saprei, è una scelta molto difficile. La Champions più leale e pulita del campionato? Nelle ultime partita è stata funestata di errori molto più clamorosi in Europa che in Italia, spero che il Vararrivi molto in fretta». Infine qualche indicazione sulla formazione da schierare in campo: «Hamsik e Fabian titolari».