È stato firmato l’accordo interistituzionale per la bonifica e la rigenerazione urbana del sito Bagnoli-Coroglio. Presenti il ministro del Mezzogiorno, Claudio De Vincenti, il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris. La firma arriva dopo anni di dissidi e anche proteste di comitati di cittadini.

Oggi è una bella giornata, abbiamo avviato un lavoro su Bagnoli molto impegnativo. Dopo 23 anni è ora che sia restituita fino in fondo l’area ai cittadini di Napoli, di Bagnoli, che possa essere un segno forte di rinascita per Napoli, la Campania e il Mezzogiorno”, ha detto il ministro Claudio De Vincenti. “E’ un progetto che può essere decisivo per il futuro della città, può diventare un faro per la rinascita per il Mezzogiorno”, ha aggiunto.

Oggi si firma un’intesa istituzionale forte, vera, piena di contenuti e di rispetto dei ruoli di ognuno. È per me un privilegio firmare ed è un risultato importante, non scontato e che anzi all’inizio sembrava molto difficile”, ha detto il sindaco di Napoli.

Ci sono gli elementi per un rilancio di Napoli, Bagnoli, dell’intera regione. Entriamo nella fase operativa“, ha detto Vincenzo De Luca. “Esprimo il mio ringraziamento per il governo – ha affermato il governatore campano – per la disponibilità dimostrata in questi anni, in particolare la disponibilità finanziaria senza la quale avremmo potuto fare il lavoro preparatorio”. “La grande trasformazione – ha aggiunto – potrà andare avanti in maniera rapida senza ulteriori ostacoli”. “La Regione – ha concluso De Luca – condivide gli obiettivi sostanziali e funzionali alla rigenerazione, riduzione di volumetrie private, il ripristino della linea di costa”.