Il tecnico in conferenza a Doha: vogliamo regalare una gioia ai napoletani. Maggio: siamo emozionati e carichi

Siamo pronti alla sfida, nella testa e nel cuore“. Rafa Benitez ragione e sentimento, mente e cuore lancia il match di Supercoppa di domani contro la Juventus. Il tecnico azzurro è sereno, positivo e concentratissimo ed ha fiducia nelle possibilità della sua squadra, per la quale usa parole lusinghiere:

Conosco Doha, sono stato qua anni fa e c’è un ambiente molto buono per lavorare. Fu una grandissima esperienza. Adesso siamo concentrati sulla gara di domani, la squadra sta bene ed è pronta e preparata alla sfida”.

“La Juventus sì è dimostrata la squadra più forte d’Italia in questi anni, è davanti a tutti in classifica, ma sarà una gara secca e possiamo giocarci le nostre possibilità con la giusta mentalità. Conterà la voglia di vincere e la fiducia. Siamo convinti della nostra potenzialità e sappiamo che possiamo farcela”.

Il Napoli ha un brutto ricordo della sfida con la Juve a Pechino nell’ultima Supercoppa: “La storia ed il passato contano poco. E’ una finale diversa e tutto può succedere”.

A Napoli in città c’è attesa ed emozione: “Sì, sappiamo che domani ci saranno i nostri tifosi qui che riempiranno lo stadio, ma tantissimi altri ci seguiranno dall’Italia. Sappiamo cosa si aspettano da noi e noi abbiamo questa partita nella testa da tempo. Vogliamo regalare una gioia ai napoletani”.

Domani Benitez potrebbe vincere la sua decima Coppa in carriera, sarebbe un traguardo eccezionale: “Non ci sto pensando, darò il 100 per 100 per i ragazzi come sempre. E’ una finale, la squadra è carica di suo, non c’è bisogno di ulteriore spinta”.

Ha già deciso la formazione? “Questa partita meriterebbero di giocarla tutti, vedremo domani chi schierare

Higuain può essere il trascinatore? “Gonzalo è un giocatore importantissimo, un campione che può fare la differeza. Sta bene così come sta bene anche Duvan”.

Christian Maggio è carico e pienamente immerso nell’atmosfera intensa che si respira nel gruppo. Per lui e per altri azzurri questa potrebbe essere la prima Supercoppa della carriera, dopo quella sfumata in Cina:

Stiamo bene, siamo sereni ma allo stesso momento siamo molto concentrati e carichi perché ci teniamo tanto alla Supercoppa. Avvertiamo l’emozione di una sfida importante e vorremmo regalare una gioia ai tifosi del Napoli”.

Ci state pensando al precedente turbolento di Pechino? “Noi pensiamo a domani, abbiamo voltato pagina, ora vogliamo dare il massimo per questa gara. Il gruppo si sta impegnando molto, vedo tanta energia e siamo fiduciosi. Non ho mai vinto una Supercoppa e speriamo ci sia la prima volta”.

Tu e Hamsik siete i due “senatori” di questo gruppo storico, avvertite l’importanza dell’evento? “Certamente l’emozione è tanta anche in me e Marek che siamo cresciuti a Napoli, in questa Società siamo maturati e domani vorremmo dare il massimo per conquistare questo trofeo. Personalmente sto bene, anche grazie a Benitez ho riacquistato la migliore condizione e vorrei restare al Napoli ancora in futuro”.