Una foto di scena

Quattro favole ironiche per scoprire “un mondo in cui si fatica a essere animali e si finisce per diventare bestie”: sabato 27 gennaio, alle 20.30, con replica domenica 28 gennaio alle 18, il TAN Teatro Area Nord di Napoli ospiterà “Come una bestia”, spettacolo della compagnia La Baracca dei Buffoni, con Antonio Penna, per la regia di Orazio De Rosa.
Liberamente tratto da “Sei una bestia, Viskovitz” di Alessandro Boffa (Garzanti,1998), lo spettacolo è incentrato su un personaggio “clown” che parla dell’umanità e della bestialità con ironia, attraverso delle metamorfosi animalesche: di volta in volta il protagonista diventa uno scarafaggio arrampicatore sociale, uno scorpione killer, una spugna che vuole smettere di bere e un pappagallo che parla d’amore, attraverso sorprendenti intrecci. Ad accompagnare e sostenere la narrazione, un impianto scenografico semplice: una scatola, che, aperta, funge da pannelli attrezzati e fondali che cambiano a seconda del mondo animale che narra la storia.
“Come una bestia” è una narrazione della condizione umana, con tutte le sue innumerevoli sfaccettature, che viene sviscerata in modo esilarante e pungente; partendo dal teatro di prosa, passando per il circo e arrivando al teatro di figura, si indaga sui bisogni dell’uomo e sulle inclinazioni e contraddizioni comuni a tutti gli individui.
Lo spettacolo è inserito nella stagione 2017-18 Teatro Edificante #civadosicuro del Teatro Area Nord di Napoli, lo spazio gestito da Teatri Associati di Napoli con la direzione artistica di Lello Serao e di Hilenia De Falco.