“Non ho avuto paura del confronto con Higuain, e non mi piace essere paragonato a nessuno. Io sono Milik e sono venuto a Napoli per scrivere qui la mia storia”. Arkadiusz Milik sta recuperando da un brutto infortunio, e non vede l’ora di tornare. Al format sportivo di Canale 21 ha parlato del suo arrivo in Italia, regalando qualche interessante retroscena: “Quando ero all’Ajax il Napoli mi ha cercato con insistenza, sono stato molto contento di questa offerta e ho accettato perché credo che sia la scelta migliore per la mia carriera e per la mia crescita”.

Il momento di Mertens – Milik non c’è. Ma c’è chi segna: Dries Mertens. “Sono molto felice per il momento magico che sta vivendo Dries – ha spiegato ancora Milik – un giocatore molto duttile che ama giocare a sinistra ma che sta dimostrando il suo valore anche come punta centrale. E’ bravo in molti ruoli, come sa bene anche mister Sarri. Quando tornerò in campo, io starò al centro dell’attacco. Non conosco ancora la data precisa, ma spero molto presto”. La Juve è a +8 e il Real sembra impossibile da battere ma Milik non si abbatte: “E’ una squadra molto forte, lo sappiamo benissimo, ma il campionato è ancora apertissimo”.

La sfida al Real – “Contro il Real Madrid (agli Ottavi di Champions ndr) giocheremo la partita che ogni calciatore sogna nella vita. Loro sono i campioni del mondo, i favoriti, ma noi siamo molto fiduciosi e daremo il massimo per giocarcela”. Napoli e i napoletani hanno accolto bene Milik e a lui non può che fare piacere: “Amo Napoli e i napoletani, che ti sommergono con il loro affetto e il loro calore. Ci sono posti bellissimi vicini al mare, dove amo rilassarmi. Adoro, poi, la pizza e la cucina napoletana, con pasta e mozzarella, ma devo trattenermi per restare in piena forma”.