Interesse riacceso: il Napoli è pronto a fare sul serio, per aggiudicarsi uno dei prospetti più interessanti del nostro campionato. È infatti in corso un incontro tra Cristiano Giuntoli, direttore sportivo degli azzurri, e la dirigenza della Sampdoria, nelle persone di Antonio Romei e Carlo Osti, per parlare di Lucas Torreira. Sul centrocampista uruguaiano classe 1996 c’è una clausola rescissoria da 25 milioni di euro valida fino al 30 giugno e il tema principale della discussione riguarda la formula di pagamento. Il Napoli ha proposto di dilazionare un importo maggiore, da 30 milioni, in più anni, ricalcando in qualche modo la formula che ha permesso alla Roma la scorsa estate di acquistare Patrik Schick. Non è da escludere che all’interno della trattativa possano essere inserite anche delle contropartite tecniche, per ridurre la parte liquida dell’affare. I rapporti tra i due club sono ottimi: un anno fa, le due società conclusero un affare importante, con l’acquisto da parte della Samp di Ivan Strinic e Duvan Zapata, due innesti importanti per la stagione dei blucerchiati.

Torreira e la stagione della consacrazione

La Sampdoria si accorse di lui in tempi non sospetti, quando giocava nel Pescara. E decise subito di puntarci in modo importante: alla prima stagione in blucerchiato, Torreira disputò 35 partite in campionato, ma senza segnare. Nella scorsa, invece, ha trovato anche più volte la via del gol, riuscendoci in quattro occasioni: uno di questi, peraltro, segnato alla Juventus nella clamorosa sconfitta dei bianconeri al Ferraris. I colpi non gli mancano, e sono stati ben presto notati da diverse squadre. In particolare il Napoli, che sembrava però aver mollato la pista. Invece, le basi per il buon esito dell’operazione ci sono: potrebbe essere proprio Lucas Torreira il sostituto designato di Jorginho, qualora il regista dovesse trasferirsi al Manchester City.