Tra Volla, Cercola e San Giorgio a Cremano, nel Napoletano, i carabinieri stanno dando esecuzione a una misura cautelare emessa dal gip di Napoli nei confronti di 14 indagati ritenuti responsabili, a vario titolo, di detenzione, spaccio e associazione finalizzata al traffico di stupefacenti.

Di questi 12 erano liberi, 2 già detenuti per droga; 10 andranno in carcere, mentre per 3 è scattato il divieto di dimora in Campania e per uno l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

L’indagine, coordinata dal procuratore aggiunto Giuseppe Borrelli, ha portato ad individuare due piazze di spaccio a Volla gestite da due diversi gruppi criminali. Il gestore di una doveva pagare la ‘quota’ al clan Veneruso di 500 euro ogni settimana; poi riceveva indicazioni su dove andare a rifornirsi in modo da lavorare sabato e domenica, 24 ore su 24.

Il pagamento avveniva per lo più il venerdì e spesso l’appuntamento veniva fissato nei pressi di camion di panini perchè il gestore ne era goloso.

Durante le indagini sono stati arrestati 10 pusher, sequestrati circa 900 grammi di cocaina e hashish nonchè 5.600 euro in contanti, una pistola a salve con 25 cartucce e un sistema di videosorveglianza.