”Dopo la firma del Patto i rapporti sul piano istituzionale miglioreranno perché abbiamo dimostrato che non c’è bisogno di scorciatoie che comprimono la democrazia” ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, affrontando il tema dello scontro tra Comune e Governo su Bagnoli. L’ex pm ha affermato che ”sarebbe grave se di fronte al dissenso politico, da uomini delle istituzioni domani non ci stringessimo la mano”. Il sindaco ha auspicato di poter avere ”finalmente la possibilità di un colloquio” con Renzi a cui ”dirò che se su Bagnoli si fosse dato seguito ai contenuti della firma del 14 agosto 2014, oggi saremmo in una fase avanzata della bonifica. Dopo la stipula del Patto, il tema del commissariamento si potrà rivedere”. Il presidente del Consiglio sarà alle 11 a Napoli per la firma del Patto. Alle 12 parteciperà ad un video forum de Il Mattino. Nel pomeriggio il premier sarà ad Avellino, dove alle 16.30 interverrà ad una iniziativa pubblica al teatro Carlo Gesualdo (Piazza Castello).