Lunedì 19 Carlo e Camilla di Borbone parteciperanno alla cerimonia religiosa celebrata dal Cardinale Sepe nel Duomo per il miracolo del Patrono della città.

Nel pomeriggio (dalle ore 16.00) si recheranno presso la Cappella Borbonica in Santa Chiara per consegnare alcune borse di studio per i bambini delle scuole delle periferie partenopee e per rendere omaggio ai resti dei rappresentanti di una dinastia che seppe fare grandi Napoli e il Sud.

Seguirà una passeggiata tra Spaccanapoli e le botteghe degli artisti-artigiani di San Gregorio Armeno per gli acquisti necessari alla realizzazione di un presepe napoletano per le Principessine Maria Carolina, Duchessa di Calabria, e Maria Chiara, Duchessa di Capri.

Il maestro Aldo Vucai regalerà ai Principi una composizione  (“La Tradizione”) con un Pulcinella vecchio che consegna la sua maschera ad un Pulcinella giovane.

Le statuine sono collocate su una base in legno ricavato dal legno del palcoscenico del Teatro San Carlino, il teatro dove si esibì uno degli ultimi grandi Pulcinella, Antonio Petito.

I neoborbonici regaleranno al Duca di Castro una statuina del grande Carlo di Borbone (del maestro Enrico Napolitano) nel ricordo del Terzo Centenario della sua nascita (1716-2016): da Carlo a Carlo fino alla giovanissima Maria Carolina (Duchessa di Calabria erede della dinastia) in una Tradizione di storia e affetti che non finiscono…

Nelle stesse giornate la Duchessa di Castro si recherà presso l’Ospedale Cardarelli ricevuta dal direttore generale della struttura, dr. Verdeoliva, come madrina del Premio Buona Sanità per le eccellenze mediche, premio organizzato dalla dr.ssa M. Rosaria Rondinella.