NAPOLI – E’ ormai consuetudine secondo una vecchia tradizione festeggiare l’arrivo del nuovo anno utilizzando fuochi pirotecnici e scintillosi. Negli ultimi anni una piaga sta dilagando piano piano. Petardi, bombe carta e sistemi di esplosione costruiti in maniera artigianale.

Mario Pelliccia, speaker radiofonico e regista, in collaborazione con alcuni alunni e docenti dell’Istituto Comprensivo “Aldo Moro” di Casalnuovo di Napoli, ha realizzato uno spot con un messaggio breve e sintetico contro lo sparo dei fuochi d’artificio illegali: “IO DICO NO”.

“Molti considerano un gioco lo sparo dei fuochi d’artificio – le parole di Mario Pelliccia – lesioni, traumi, ustioni, danni agli occhi e allora IO DICO NO è un messaggio chiaro e diretto per tutti ma in particolar modo per gli adolescenti che nella loro ingenuità presi dalla voglia di divertirsi, spesso riportano danni che durano tutta la vita. In ognuno di noi deve nascere quella voce IO DICO NO”.

Il bilancio che anno per anno si presenta è disastroso e spesso sono i più giovani quelli che riportano danni irreversibili. Secondo le statistiche un ferito su tre si tratta di ragazzi dai 10 ai 16 anni.

Sono molto felice – ci dice il Dirigente scolastico Michelangelo Riemma – che i miei alunni siano figuranti in questo spot, in fondo è tra i banchi di scuola che noi insegnanti dobbiamo formare gli adolescenti di questa società che a loro volta incideranno sugli adulti. I giovani coi loro sani princìpi posso “educare e formare” adulti che hanno dimenticato i loro valori del vivere civile.