Brucia per ore l’oasi Wwf degli Astroni. Brucia a Torre del Greco un’area vicina ad un deposito di gpl. Bruciano l’area limitrofa ai templi di Paestum, la costiera amalfitana, le colline di Pozzuoli al parco Abbazia e nei pressi dell’Accademia aeronautica, il belvedere di Lacco Ameno a Ischia, via Argine a Ponticelli, il parco della Marinella di fronte all’ospedale Loreto Mare, via provinciale a Pianura. E di nuovo il Vesuvio sul versante di San Giuseppe, Somma e Sant’Anastasia. Brucia per ore a Giugliano l’area a pochi metri dal centro commerciale Auchan che viene evacuato. Fiamme vicino alla stazione Quarto della Circumflegrea e treni bloccati alcune ore.

«Un disegno eversivo – accusa il presidente della Regione Vincenzo De Luca dalla Centrale operativa antincendio – con 29 punti di innesco di roghi. Undici gli incendi nella Terra dei fuochi. Chi ha vissuto per anni sull’economia dell’emergenza mira a ricreare le condizioni per guadagnare perpetrando i disastri, ma noi continueremo la nostra azione contro ogni interesse criminale». Se la scorsa settimana il fronte del fuoco era concentrato sul Vesuvio, questa volta i criminali si scatenano dappertutto sfruttando il vento che sabato sera aveva spazzato dal golfo l’aria acre della devastazione.

Una giornata durissima con 700 uomini sul campo: sette Canadair, 5 elicotteri, 103 mezzi della Protezione civile, vigili del fuoco e volontari impegnati alla ricerca di acqua. Se i Canadair hanno dovuto districarsi nel golfo con grandi difficoltà tra le imbarcazioni dei diportisti della domenica, gli elicotteri hanno utilizzato persino la vasca centrale della Reggia di Caserta.

Fuoco e paura. A Giugliano un vasto incendio ha messo in fuga migliaia di persone causando la chiusura ad ora di pranzo di gran parte del centro commerciale Auchan. Traffico interrotto anche sull’asse mediano. A Torre del Greco in zona Montedoro, tra viale del Commercio e traversa Garzilli, le fiamme hanno lambito un deposito con 20 mila litri di gpl.

A Ponticelli vari focolai in via Argine nei pressi della sede dell’acquedotto Abc. Incendi anche al parco della Marinella. Per l’intera giornata brucia, dall’altra parte della città, la riserva degli Astroni. Le fiamme in serata si sono estese in via provinciale a Pianura dove agli abitanti sono state fornite le mascherine.
Terrore a Paestum dove sono state evacuate alcune case. Attivissimo il direttore dell’area archeologica Gabriel Zuchtriegel: «I templi sono fuori pericolo».Un bollettino di guerra. E il deputato di Mdp, Arturo Scotto, chiede che il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti riferisca in Parlamento.

fonte: napoli.repubblica.it

CONDIVIDI