Cover Ricciulé - Mariano Caiano

“Ricciulè  è il nome della Sirena che è entrata nella mia vita e che ha ispirato i versi di questa mia canzone. Una piccola poesia che ho voluto scriverle su un foglio fatto di note, andando per mare di notte, tra Napoli e Kingston”: parola di Mariano Caiano. E, venerdì 11 maggio, nel 37esimo anniversario dalla scomparsa del “re del reggae” Bob Marley, Caiano pubblica una canzone densa di amore profondo e dalle chiare venature reggae – sulla rotta Napoli/Kingston – che conferma la straordinaria vitalità compositiva di questo musicista, cantautore e performer di razza. Caiano è, infatti, da quasi venti anni al fianco di Renzo Arbore nella straordinaria avventura dell’Orchestra Italiana. Dopo aver calcato i palchi di tutto il mondo e aver dato alle stampe alcuni importanti dischi con il nome d’arte di Hobo, con la One Foundation e con i Babalù (solo per citarne alcuni), Caiano ha pubblicato nel 2017 il primo album a suo nome, un Ep intitolato “Stamm’Accussì”, tutto in lingua napoletana. Il brano Ricciulè, che vede in voce Mariano Caiano, alla chitarra e programmazione Chris Lapolla, al basso Rocco “Mastrok” Mastroberti e ai cori Paola Pascale, è stato registrato, missato e masterizzato da  Lapolla presso l’Electric Town Recording Studio di Picerno.