Un enorme incendio ha devastato durante la notte il campo profughi di Grande-Synthe a Dunkirk, nel nord della Francia: le fiamme sono divampate qualche ora dopo scontri tra circa 150 migranti che avevano causato cinque feriti, tre dei quali sono stati ricoverati in ospedale. Secondo le autorità il rogo e’ collegato agli scontri.

Centinaia di migranti sono stati evacuati dal campo aperto l’anno scorso da Medici senza frontiere, che ne ospita fino a 1.500. La polizia in tenuta antisommossa e’ intervenuta per sedare gli scontri, che secondo la testimonianza di un migrante hanno coinvolto afghani e curdi. Per il momento non si segnalano feriti a causa dell’incendio.

CONDIVIDI