Uno dei pranzi organizzati dalla Comunità di Sant'Egidio

Il Telefono Amico Napoli, nell’ambito delle attività di promozione dell’ascolto e dell’accoglienza della solitudine e del disagio emozionale, collaborerà domenica 18 novembre, alle 13, con la Comunità di Sant’Egidio di Napoli nell’organizzazione di un pranzo per i senza fissa dimora. La Comunità di Sant’Egidio da anni svolge attività di amicizia con le persone senza fissa dimora, e la fratellanza ideale tra la Comunità e Telefono Amico Napoli permetterà questa azione sinergica e ricca di significato e di partecipazione. Questa iniziativa nasce dal desiderio di andare incontro a chi – portatore di una umanità immensa, seppur sofferente – desidera condividere il proprio vissuto emozionale, la solitudine, l’esclusione, l’emarginazione e il disagio di una vita vissuta in strada. I Volontari saranno insieme agli Ospiti a pranzo, nell’atto pratico e profondamente umano della condivisione profonda e del dialogo accogliente. La data scelta è quella della Giornata Mondiale dei Poveri, indetta da Papa Francesco lo scorso anno: “È il silenzio dell’ascolto ciò di cui abbiamo bisogno per riconoscere la loro voce. Se parliamo troppo noi, non riusciremo ad ascoltare loro”. Le parole del Papa rappresentano pienamente il senso dell’operato dei Volontari di Telefono Amico. In questi valori condivisi la certezza imprescindibile del valore dell’Uomo e della sua forza nei momenti del disagio e difficoltà.