NAPOLI – “Lo scudetto lo abbiamo perso contro Sassuolo, Milan e Chievo Verona, tre squadre che avremmo dovuto battere. Va anche detto che giocare sempre dopo la Juve non era facile, perché influisce sulla pressione per il risultato. Capisco che fossero in Champions, eppure ad un certo punto sono usciti e per noi continuare a giocare dopo è stata dura psicologicamente, come anche assistere alla sconfitta dell’Inter negli ultimi minuti“.

Così il difensore del Napoli, Kalidou Koulibaly, in un’intervista rilasciata al portale francese So Foot.

Sarri? Devo dire che all’inizio quando arrivò non mi prendeva in considerazione e dunque chiesi di essere ceduto, ma il club si oppose. Poi iniziò a farmi giocare e io pur di non uscire dai titolari giocavo anche se quando ero sfinito. In ogni caso Sarri mi ha trasmesso un’altra visione del calcio, anche se certi suoi allenamenti senza opposizione sono davvero da pazzi“, ha concluso il difensore.