Rilanciare attraverso lo sport l’immagine della Campania colpita dall’emergenza ambientale e dall’esplosione del caso Terra dei Fuochi. La giunta Caldoro ha destinato una pioggia di fondi a società di calcio, basket, pallanuoto e rugby: 4,5 milioni di euro. Perché lo sport? Le campagne di sensibilizzazione che hanno come protagonisti gli atleti – è il ragionamento degli esperti di Palazzo Santa Lucia – hanno certamente una eco maggiore di quelle promosse dai politici. Da qui la decisione di coinvolgere le società sportive. La fetta maggiore della torta è andata al Calcio Napoli. Il club presieduto da De Laurentiis, infatti, incasserà 3,5 milioni di euro.

Rilanciare attraverso lo sport l’immagine della Campania, compromessi dall’emergenza ambientale. Per la precisione 4,5 milioni di euro, reperiti nell’ambito del Pac (Piano azione coesione). Stando alla classifica, tra il Napoli e gli altri si registrano distanze siderali. Dopo il team allenato da Rafa Benitez seguono Avellino Calcio e Salernitana, a cui verranno assegnati rispettivamente 163mila euro e 139mila euro. Di pari passo con la riduzione del punteggio, cala anche la quantità di fondi. Così al Benevento spettano 79mila euro, alla Juve Stabia 78mila e alla Casertana 59mila euro. Nella graduatoria rientrano pure Ischia Isolaverde (35milaeuro), Nocerina (26milaeuro), Aversa Normanna (25mila euro), Paganese e Sorrento (24mila euro), Arzanese (21.600 euro). Non solo calcio. Il primo club di basket a beneficiare dei finanziamenti è la blasonata Juve Caserta, che dalla Regione avrà circa 49mila euro. E ancora saranno coinvolte altre squadre di pallacanestro (Felice Scandone, Dike Basket Napoli, Pb63 Lady Battipaglia , Basket Ariano Irpino e Salerno Basket 92), pallanuoto (Circolo Nautico Posillipo, Acquachiara Napoli, Circolo Canottieri Napoli, Sporting Club Flegreo, Volturno Sporting Club, Rarinantes Nuoto Salerno) e il Benevento Rugby.