Melito – “L’annunciato commissariamento del Pd di Melito è una chiara ritorsione personale, che rischia di danneggiare ancora di più la situazione politica locale”. Lo dichiara la deputata del Pd, Michela Rostan, che a Melito, nella sede del circolo, ha partecipato alla conferenza stampa tenuta dai dirigenti e dai consiglieri comunali del Partito Democratico, all’indomani della crisi al Comune. “Melito è una delle non numerose città dell’area metropolitana – continua la deputata Rostan – che ha un circolo aperto, attivo, che si autofinanzia, che fa azione politica e che ha al suo interno, tra gruppo consiliare, gruppo dirigente e militanti, unità di intenti e discussione democratica. Pare che si vada, invece, verso un commissariamento senza istruttoria e senza motivazione, per una mera ritorsione dopo la sfiducia al sindaco, che è anche segretario provinciale. Ma un’azione così, calata dall’alta, senza motivo reale, avrebbe come unico risultato lacerare ancora di più la situazione politica, alla vigilia del turno elettorale. A Melito, invece, va ricostruita una connessione con i cittadini, delusi da anni di promesse e da una condizione generale della città non all’altezza dei programmi e delle aspettative. Basta con le polemiche, con la rabbia e le questioni personali: è il momento di costruire un nuovo progetto da presentare alla città”.