Napoli, è ricoverato con prognosi riservata, ma non in pericolo di vita, per aver assunto sostanze alcoliche e droga.

Un 13enne di San Sebastiano al Vesuvio (Napoli) è stato trovato ieri sera riverso in una strada, da alcuni passanti che hanno chiamato il 118 e i carabinieri.

 

Il ragazzino, in stato di incoscienza, è stato subito trasportato a Napoli, nell’ospedale pediatrico Santobono, e ricoverato in stato di coma etilico: successivi test hanno rivelato che aveva assunto anche dei cannabinoidi.

Le sue condizioni oggi sono stabili. Al suo capezzale si trovano i genitori, che sono stati informati e non sanno spiegare dove e come il figlio si sia procurato alcol e droga, di cui non sarebbe mai stato assuntore in passato.

Il ragazzino viene descritto come perbene e tranquillo, appartiene a una famiglia ‘normale’ che ora chiede solo di rispettare la sua privacy.

Il ragazzino, in stato di incoscienza, è stato subito trasportato a Napoli, nell’ospedale pediatrico Santobono, e ricoverato in stato di coma etilico: successivi test hanno rivelato che aveva assunto anche dei cannabinoidi.

I carabinieri indagano sulla vicenda, provando anzitutto a rintracciare le persone con cui il 13enne era uscito ieri sera.