La prima del Napoli in casa, il vernissage stagionale del Milan. Il peso specifico della sfida del San Paolo è notevole in termini psicologici: c’è voglia di mandare subito un messaggio di solidità alla concorrenza e una prova muscolare può già garantire un’iniezione importante di fiducia. L’uomo più atteso è Gonzalo Higuain: il destino ha voluto che il suo debutto ufficiale in rossonero fosse proprio a Fuorigrotta e c’è un dato che preoccupa Carlo Ancelotti: il Pipita nelle ultime 3 stagioni è il giocatore che ha realizzato più gol al Napoli (cinque). Attenzione ai primi minuti del match: l’argentino nelle ultime 2 stagioni ha bucato il portiere al primo tentativo nello specchio.

LA STRISCIA – Anche Gattuso ha un uomo da temere in particolar modo: Insigne va alla ricerca del 50° sigillo in Serie A dove ha come vittima preferita proprio i rossoneri che ha punito 6 volte. Il Milan punta a sfatare il tabù Napoli contro cui non vince al San Paolo dall’ottobre del 2010. I rossoneri negli ultimi 7 scontri diretti hanno totalizzato 5 sconfitte e 2 pareggi.

Napoli (4-3-3): Ospina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Allan, Hamsik; Zielinski; Callejon, Milik, Insigne. All. Ancelotti

Milan (4-3-3): Donnarumma G.; Calabria, Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Kessié, Biglia, Bonaventura; Suso, Higuain, Borini. All. Gattuso