(ANSA) – NAPOLI, 21 MAG – Un ragazzo di 16 anni ha postato sulla sua pagina Facebook immagini con i segni sul suo volto di un’aggressione subita a Napoli.

E’ stato colpito al volto e sfregiato con un tirapugni all’uscita dalla stazione della metropolitana di Piscinola Scampia.

Con l’aiuto della madre ha deciso di rendere pubblica l’ aggressione subita. E la donna ha espresso l’auspicio che questo serva perchè “a nessun altro deve capitare la sorte” del figlio.

Una nuova aggressione nei pressi della metropolitana collinare, stavolta presso la fermata di Piscinola Scampia. La vittima è un ragazzo di 16 anni che ha postato sulla sua pagina Facebook i segni dell’aggressione subita. Il giovane è stato rapinato e sfregiato, come scrive Il Mattino, colpito al volto con un tirapugni. Con l’aiuto della madre ha deciso di rendere pubblica l’ aggressione subita. E la donna ha espresso l’auspicio che questo serva perché «a nessun altro deve capitare la sorte» del figlio. I due rapinatori, arrivati in motorino, volevano dal giovane cellulare, soldi e zaino. Alla sua reazione lo hanno colpito sfregiandolo.

I due rapinatori, arrivati in motorino, volevano dal giovane cellulare, soldi e zaino. Alla sua reazione lo hanno colpito sfregiandolo.