Una volante dei Carabinieri nei pressi dell'abitazione dove un uomo ha ucciso a colpi di pistola la moglie e la figlia e poi si è tolto la vita a vico Bagnara, nei pressi di piazza Dante a Napoli, 5 maggio 2015. ANSA/CIRO FUSCO

Diciassette “falsi invalidi” sono stati arrestati dai Carabinieri in un blitz scattato all’alba a Napoli per l’esecuzione di un’ordinanza per i reati di truffa ai danni di ente pubblico, falso e contraffazione di certificati. Ad altre dieci persone è stata notificata la misura cautelare di obbligo di presentazione quotidiana alla Polizia giudiziaria. Fra i “falsi invalidi” ci sono anche alcune persone con dichiarate paralisi motorie riprese dai Carabinieri nei discount a fare la spesa. La truffa ammonta a circa 1,7 milioni di euro.

Sempre nel corso delle indagini, i Carabinieri hanno registrato un video nel quale si vedono due persone, che per l’Inps erano affette da “paralisi motoria, disturbi psichici e fobie”, camminare normalmente e fare la spesa in alcuni discount di Napoli.