All’uscita da scuola, a Napoli, i primi ragazzi a lasciare le aule nel primo giorno dell’esame di maturità 2017, si dicono meravigliati, sorpresi. Caproni come una sorta di Carneade per moltissimi di loro. “Caproni? Chi è Caproni? Non ho capito perché sia stato scelto questo autore per l’analisi del testo – dice Martina, ultimo anno del liceo classico Genovesi -. Ci ho messo un po’ a scegliere, alla fine ho scelto la traccia in ambito tecnico-scientifico sulla robotica”. Come Martina, anche i suoi compagni di classe sono rimasti perplessi di fronte all’autore dei versi proposti per l’analisi del testo. “A un certo punto mi sono sentito perso – racconta Domenico, stessa classe di Martina – pensavo a Ungaretti, Montale, magari un testo di Pasolini, ma non un autore di cui finora non avevo mai sentito il nome. Ho scelto la traccia sul boom economico italiano. Spero di aver fatto la cosa giusta”.

ansa.it