Abbiamo giocato una partita di grandissima qualità, ma dobbiamo crescere e migliorare come attenzione e mentalità“. Maurizio Sarri da buon perfezionista va oltre lo spettacolare successo del Napoli e focalizza l’attenzione anche sui 3 gol subìti, oltre ai 5 segnati.

E’ stata una delle gare più belle disputate in questa stagione, eppure alla fine sono andato nello spogliatoio arrabbiato. Non si può sciupare una qualità di gioco enorme come quella espressa da noi oggi con errori di attenzione  esuperficialità. Abbiamo sbagliato su tutti e tre le reti del Torino e questo non deve accadere”.

“Questa è una squadra molto forte, con un tasso di classe e talento molto alto, ma non sempre riesce a tenere la concentrazione che dovrebbe avere una grandissima squadra. Soprattutto nella fase difensiva commettiamo leggerezze non ammissibili”.

“Sotto il profilo della proposta offensiva, invece, sono soddisfattissimo, i ragazzi sono stati eccezionali ed inappuntabili a sviluppare l’azione con brillantezza e velocità. Non possiamo pensare di giocare sempre su questi ritmi, quindi in futuro ci vorrà anche maggiore amministrazione del gioco perchè non possiamo andare in difficoltà se non giochiamo a cento all’ora”.

“Sotto questo profilo dovrò lavorare bene anche io per cercare di far crescere la mentalità di questo gruppo, che è forte, ha qualità enormi, ma deve riuscire a maturare presto”.

Sul Real Madrid: “Io non guardo a ciò che accadrà tra due mesi, più che al Real io sto pensando già alla gara di Firenze che sarà durissima. Noi dobbiamo solo cercare di proseguire su questa strada intrapresa e migliorare tanto in futuro”.

Infine i complimenti per Mertens: “Dries è un fuoriclasse e deve essere consapevole pienamente della sua forza. Se si rende conto del suo valore e se riesce ad esprimerlo con questa continuità può diventare un campione. In questo momento è in una forma ottima, la squadra anche lo sta aiutando a fare i suoi movimenti e sono contento di quello che ha fatto oggi e della gioia che sta provando meritatamente”

fonte: sscnapoli