Se in Italia esiste un personaggio che mette tutti d’accordo, al quale tutti indistintamente siamo affezionati e che, in un’orda di affetto psichedelico ci raggruppa tutti nello stesso abbraccio, ricchi e poveri, Nord e Sud, isolani e terrestri, quello è certamente Cristina D’Avena. Un personaggio che è entrato nelle nostre vite da piccoli e che non abbiamo mai dimenticato. La voce della nostra infanzia, delle sigle dei cartoni animati, quei cartoni animati che, forse perché troppo nostalgici, ci piace definire come unici e irripetibili.

Sarà ricordata anche in eterno per la versione italiana in fiction del personaggio di Licia, rappresentazione fisica della brava ragazza per eccellenza, personaggio dall’evidente spiccato mood democristiano, che si concedeva, inspiegabilmente, come unico atto di ribellione verso il sistema, alle attenzioni di Mirko, frontman degli storici Bee Hive dai capelli gialli e il ciuffone rosso, che intere generazioni di giovani donne sprovvedute hanno amato senza riserve, salvo poi riderne una volta raggiunta l’età della ragione. Per un periodo, sbarcati negli anni 2000, pensavamo che la buona Cristina se la fosse portata via il progresso, che sarebbe rimasta esclusivamente come una stella brillante del nostro cielo d’infanzia, ma ci sbagliavamo. E di grosso.

Cristina D’Avena è più in forma che mai e sui social svolge un’attività non solo seguitissima ma anche particolarmente interessante da approfondire. Si perché entrando nella pagina della D’Avena ciò che salta immediatamente agli occhi è che la regina delle sigle tv si porta con una certa disinvoltura i suoi 54 anni. Sappiamo che l’età di una signora dovrebbe essere sempre classificata top secret, ma mai come in questo caso rivelarla deve essere declinato come un indiscutibile complimento. Cristina D’Avena sfoggia un fisico mozzafiato ed un certo mestiere nel mostrarlo all’obiettivo. Numeri da capogiro per i suoi saluti dal mare in costume da bagno, ma la pura poesia, l’epica oseremmo dire, si raggiunge leggendo i commenti, innumerevoli, dei suoi fans; dai quali si evince un aspetto dell’universo targato Fivelandia che non avevamo mai preso in considerazione. Mai pubblicamente perlomeno.

L’interprete della dolce Licia, passata alla storia come la ragazza della porta accanto della televisione italiana, è rimasta nel cuore dei maschi del belpaese, forse proprio per bilanciare quella esponenziale innocenza, anche sotto forma di icona sexy. Un italico immaginario erotico collettivo che viene fuori e tranquillamente confessato senza mezzi termini tramite commento alle foto della D’Avena. “Ti pufferei!” scrive Roberto, e ancora Luca “M’è salito il Denver molesto nelle mutande che grida “ohppermmammasaura!” e Davide “Ecco come ha fatto a perdere la vista Quattrocchi!” risponde Dario “E tu ce fai carè malat accussì, cristì! Mannaggia a sailor moon!”, prosegue Giovanni “Ti schiaccerei come schiacciavano Mila e Shiro!”, concorda Nicolò “Il curioso caso di Benjamin Button, versione femminile” e gli fa eco Andrea “Mannaggia a Gargamella, nemmeno un ménage a quatre con le sorelle Occhi di Gatto, varrebbe quanto una notte con Cristina d’Avena!!”.

Ma attenzione, che non si scada nella discussione su quanto commenti di questo tipo possano risultare offensivi o, addirittura, misogini: non è affatto il caso. Tutti i commenti sono accompagnati da cuori e i toni, per quanto equivocamente sarcastici, dimostrano un attaccamento totale, un bene sincero nei confronti della beniamina della tv dei ragazzi. Infatti alcuni lasciano spazio a riflessioni ben più serie, come la domanda che pone Raffaele “Mi spieghi dove tenevi nascosto tutto questo ben di dio trent’anni fa?”. Non ha torto, effettivamente Cristina D’Avena potrebbe tranquillamente essere presa ad esempio per analizzare il percorso di moda e bellezza dagli anni ’80 ad oggi, perché ha ragione Gianni quando scrive “Incredibile!! Quando era giovane sembrava Ligabue, ora che ha 50 anni pare miss italia!!!”, il dolore infatti delle generazioni che si sono ritrovate adolescenti nel ventennio ‘80/’90 non sarà mai descritto abbastanza bene, non verrà mai compresa totalmente la profonda angoscia nel dover frequentare compagnette di classe che vestivano come le loro zie, che facevano scomparire la propria sessualità sotto felponi dallo scarsissimo appeal erotico.

La dolce Licia era così, abbastanza bruttina, poco curata, infagottata in vestiti che per anni, adesso ce ne rendiamo conto, nascondevano un tesoro che oggi finalmente esplode sugli schermi dei nostri smartphone. E forse ha ragione Gianni che chiede: “Caspita che fisico. Hai fatto un patto con Grande Puffo?”, chissà, nel mondo magico dei cartoni tutto può accadere, ma fatto sta che Cristina D’Avena diventa ufficialmente in epoca social la donna che ci ha regalato più emozioni durante le nostre grigie esistenze.

Fonte: https://www.agi.it/cronaca/cristina_davena_social-4334081/news/2018-09-01/