Nell’ambito della quotidiana attività di prevenzione generale e di controllo economico del territorio, i finanzieri del comando provinciale della guardia di finanza di Napoli hanno arrestato un pregiudicato quarantenne, dedito all’illecita attività di parcheggiatore abusivo.

L’ordinanza che ha disposto la misura restrittiva a carico del responsabile dei reati di tentata estorsione e lesioni aggravate, è stata emessa dal g.I.P. Del tribunale di Napoli, sulla scorta delle indagini di polizia giudiziaria dirette dalla procura della repubblica presso il tribunale di Napoli ed eseguite dai finanzieri del gruppo di Pozzuoli. In particolare, le fiamme gialle puteolane, partendo da una denuncia presentata per tentata estorsione e lesioni personali, hanno eseguito mirate attività info-investigative, suffragate anche dall’analisi dei dati ricavati dai numerosi verbali già elevati nei confronti di parcheggiatori abusivi della zona – tra i quali il destinatario della misura restrittiva in parola – riuscendo così a risalire all’identità dell’aggressore, quest’ultimo riconosciuto fotograficamente dalla vittima. Il responsabile – d.A. – originario di Pozzuoli, era già stato tratto in arresto per analogo tentativo di estorsione, perpetrato anch’esso con modalità violente, sempre nella cittadina d’origine, nel gennaio del 2016.

Il servizio odierno testimonia il costante presidio esercitato dalla guardia di finanza di Napoli sul territorio a salvaguardia delle leggi ed a contrasto di un fenomeno connotato da forte pericolosità sociale.