Una donna di 30 anni, originaria dello Zimbawe e residente nel Casertano, è deceduta nell’ospedale San Paolo di Napoli, forse per infarto. Il quotidiano “La Repubblica”, nell’edizione di Napoli, riferisce che la donna prima del ricovero al San Paolo sarebbe stata allontanata dalle guardie giurate dell’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli (Napoli) dove si era recata qualche ora prima.

Nell’ospedale San Paolo, dov’è giunta dopo circa tre ore, è stata subito classificata in codice rosso. Malgrado l’impegno dei sanitari per lei non c’è stato nulla da fare. A raccontare il calvario di Mary Jacob, questo il nome della donna, è un suo conoscente, che l’ha accompagnata da Pozzuoli a Napoli, fino all’ospedale dove poi è deceduta. “É una cosa ignobile, se sarà confermata – dice uno dei sanitari nell’intervista riportata sul quotidiano – non è la prima volta che al Santa Maria delle Grazie si verificano episodi di intolleranza verso gli extracomunitari”. Un altro ‘camice bianco’ chiede che venga fatta l’autopsia e che sia aperta un’inchiesta. “Bisogna sapere come è morta questa poverina – aggiunge – che aveva anche un figlio nel suo Paese. Con un infarto, se preso in tempo, oggi si hanno molte possibilità di salvarsi”.