In un uomo adulto parliamo di circa il 60-65% ma i dati cambiano in base all’età, al sesso e al peso. Solo l’embrione si avvicina alla percentuale indicata dal ministro

Fonte: https://www.corriere.it/salute/18_settembre_06/qual-vera-percentuale-acqua-corpo-umano-non-90percento-come-dice-maio-0d43a134-b1a7-11e8-b837-d3ad6d664b0d.shtml