A causa dell’alto numero di accessi che si stanno registrando negli ultimi giorni, la Direzione strategica dell’azienda ospedaliera Antonio Cardarelli ha attivato dalle ore 7 di questa mattina l’Unità di Crisi per la gestione del super afflusso. “Non possiamo scegliere quanti pazienti debbano arrivare al nostro Pronto Soccorso, ma sappiamo bene che in momenti come questi è necessario governare l’emergenza per evitare che vada fuori controllo”, spiega il direttore generale Ciro Verdoliva.

“L’Unità di Crisi valuta ogni singolo caso, per definire quali pazienti trasferire una volta ottenute le disponibilità. Allo stesso modo la Direzione generale garantirà senza soluzione di continuità l’attività della chirurgia epatobiliare. Vengono invece differiti di qualche giorno interventi di elezione non classificati ‘urgenti'”, si spiega in una nota.