Sarri: "Stiamo costruendo qualcosa di importante per il futuro. Vittoria di squadra"

Ho visto una grande risposta da parte della squadra, la vittoria è meritata e mi dà sensazioni molto positive“. Maurizio Sarri parla direttamente ai suoi ragazzi dopo il successo contro l’Udinese ed il suo è un plauso al gruppo. A partire dal “presagio” su Insigne.

Sentivo da qualche tempo che sarebbe arrivato il momento del gol per lui. Erano almeno un paio di partite che lo vedevo molto brillante. Oggi si è liberato segnando il primo gol, anche perchè dopo si è acceso e poteva segnare in continuazione. Lorenzo lavora benissimo e dà sempre il massimo per la squadra. Ieri ha avuto anche un leggero raffreddamento ma sapevo che stava bene come condizione fisica e mentale”.

“Immaginavo che questa potesse essere la sua partita. Sono contento non solo per il gol ma anche per la gioia che ha avuto la squadra verso di lui perchè è un ragazzo solare al quale tutti vogliono bene. Insigne deve solo concentrarsi sulla sua prestazione, poi il gol verrà di conseguenza come gli è sempre capitato“.

E’ ripartita la caccia al vertice? “Non lo so ed in questo momento mi interessa poco della classifica. Dico che provo tantissimo gusto ad allenatre questa squadra che è giovane e può avere un gran futuro. Ho la sensazione che stiamo costruendo qualcosa di ancora più grande rispetto all’anno scorso. Le mie sensazioni erano positive da tempo, poi se alle sensazioni seguono anche i risultati è più evidente per tutti la crescita“.

Oggi sono soddisfatto anche se nel primo tempo abbiamo riempito poco l’area perchè gli attaccanti esterni erano troppo larghi. Nella ripresa sono stati bravissimi a stringere e sono arrivati i gol”.

“Mi è piaciuto molto l’atteggiamento del gruppo in queste ultime 2-3 settimane perchè non ho visto affatto una squadra in crisi come si diceva e a differenza di ciò che dicono tutti io le indicazioni più forti e positive sulla squadra ce l’ho da tempo. Dobbiamo solo concentrarci sul lavoro e proseguire con la stessa intensità. Per adesso questo mi interessa, poi vedremo cosa riusciremo a fare da qui in avanti“.

Infine sulle condizioni di Albiol: “Mi meraviglio che qualcuno potesse pensare che oggi Raul sarebbe rientrato. Viene da 40 giorni di non allenamenti completi, oggi sta bene, ma dovrà lavorare ancora un po’ con la squadra per raggiungere il top“.