“Mai più spacciatori di morte” nei pressi delle scuole. Lo ha promesso il ministro dell’Interno Matteo Salvini, presentando al Viminale ‘Scuole sicure’, un progetto pilota che riguarderà per adesso le quindici principali città italiane. “Si tratta di una spesa di 2,5 milioni di euro – ha spiegato il ministro – che saranno investiti in impianti di videosorveglianza, in assunzioni temporanee di vigili urbani, nel pagamento di ore di lavoro straordinario della polizia locale e in campagne informative. Se allontaneremo un solo spacciatore da un solo ragazzino saranno soldi ben spesi”. Salvini ha sottolineato di essere preoccupato “da ministro e da papà” dell’aumento dei reati connessi agli stupefacenti, cresciuti dall’anno scorso del 12,5%. E’ vero che nello stesso periodo è aumentato della stessa percentuale, il numero degli arrestati e dei denunciati, ma fa riflettere l’aumento dei reati riguardanti minorenni che rappresenta il 10%.

Fonte: https://www.agi.it/cronaca/scuola_salvini_mai_pi_spacciatori_di_morte-4345336/news/2018-09-05/