FIRENZE – Il capitano della Fiorentina Davide Astori è morto in nottata per cause non ancora precisate. Secondo quanto si è appreso, il giocatore era in un albergo di Udine con la squadra. Udinese-Fiorentina, in programma oggi, non si giocherà in segno di lutto per la morte del capitano dei viola Davide Astori. Lo apprende l’Ansa. Il rinvio è stato deciso dal commissario della Lega di serie A, Giovanni Malagò.

ARRESTO CARDIOCIRCOLATORIO – A causare la morte del giocatore sarebbe stato un arresto cardiocircolatorio. È confermata la notizia che Astori, 31 anni, capitano della Fiorentina e difensore della Nazionale, al momento del decesso si trovava nell’albergo ‘Là di Moret’ in ritiro insieme con la squadra in vista della partita, di oggi, con l’Udinese. L’incontro è stato rinviato per decisione del commissario della Lega Calcio, Giovani Malagò. Sotto choc i suoi compagni di squadra e i dirigenti della Fiorentina.

IL COMUNICATO DELLA FIORENTINA – La Fiorentina profondamente sconvolta si trova costretta a comunicare che è scomparso il suo capitano Davide Astori, colto da malore. Per la terribile e delicata situazione,  e soprattutto per rispetto della sua famiglia si fa appello alla sensibilità degli addetti ai lavori.

RINVIATA GENOA-CAGLIARI – Alle 12.30 era in programma l’anticipo Genoa-Cagliari, ma il presidente Giulini, visibilmente scosso non voleva giocare da subito. Astori ha esordito in serie A proprio con il Cagliari. Anche i giocatori di Genoa Cagliari a Marassi, che hanno ricevuto la notizia mentre stavano effettuando il riscaldamento in campo, erano visibilmente scossi. I tabelloni dello stadio hanno dato l’annuncio del rinvio della gara con l’immagine del volto sorridente di Astori, e i tifosi hanno abbandonato lo stadio in silenzio.

COMUNICATO UDINESE – A seguito della tragica notizia di questa mattina che ha colpito l’ACF Fiorentina e tutto il mondo del calcio, su disposizione della Lega la partita Udinese-Fiorentina è stata rinviata a data da destinarsi. A breve ulteriori comunicazioni.