Sale a 445 morti e oltre 7.370 feriti il bilancio del sisma di magnitudo 7.2 che ieri ha colpito la zona di confine tra Iraq e Iran. Nella Repubblica islamica il maggior numero di vittime, mentre nel Kurdistan iracheno il bilancio è fermo a 11 morti. Lo riferisce l’iraniana Press Tv.

La Turchia ha inviato un primo convoglio di aiuti nelle zone colpite dal terremoto tra Iraq e Iran e si impegna a continuare nelle attività di sostegno umanitario. Lo ha annunciato il premier di Ankara, Binali Yildirim. La Mezzaluna rossa e la Protezione civile turca (Afad) hanno reso noto di aver inviato cibo, medicine, 4 mila tende e 7 mila coperte, oltre a squadre incaricate delle attività di soccorso e ricerca di eventuali dispersi.

CONDIVIDI