I vigili del fuoco e carabinieri effettuano rilievi sul luogo del disastro a Torre Annunziata, Napoli, 8 luglio 2017. ANSA/CESARE ABBATE/

PAPA FRANCESCO – Esprime “profondo cordoglio ai familiari” assicurando “fervide preghiere di suffragio per quanti sono tragicamente scomparsi”: così Papa Francesco – attraverso il card. Parolin – in un messaggio all’arcivescovo di Napoli, Sepe per il crollo di Torre Annunziata ”che ha coinvolto anche due bambini”. Il Papa invoca ”dal Dio della misericordia il conforto per i feriti e per coloro che soffrono per la perdita delle persone care”,invia ”la confortatrice benedizione apostolica quale segno della sua vicinanza”,

LE INDAGINI – La Procura di Torre Annunziata (Napoli) ha aperto un fascicolo per le ipotesi di reato di crollo colposo e omicidio colposo plurimo e in queste ore sono al lavoro il procuratore aggiunto Pierpaolo Filippelli e il sostituto Andreana Ambrosino che si sono recati sul luogo del crollo. All’attenzione dei magistrati vi è la documentazione, acquisita negli uffici del Comune, che riguarda l’edificio crollato in via Rampa Nunziante. Al momento non è possibile ipotizzare le cause che hanno determinato il crollo. Da quanto si apprende, la data dell’esame autoptico sui corpi sarà fissata probabilmente tra martedì e mercoledì prossimi.