Un’altra violenza choc ha sconvolto l’estate riminese. Nella notte tra domenica e lunedì, una giovane turista danese di 26 anni ha subito una violenza sessuale. Dopo 24 ore i carabinieri hanno catturato il responsabile e, nella mattinata di oggi, il gip del tribunale di Rimini ha convalidato l’arresto. In manette è finito un venditore di rose di 37 anni originario del Bangladesh che aveva approcciato la ragazza che stava rientrando nel proprio albergo dopo una serata di divertimenti con il fidanzato. Il fidanzato della turista, in realtà, l’aveva preceduta di qualche ora in albergo, per questo la 26enne si trovava da sola quando il bengalese l’ha avvicinata e ha abusato di lei. In suo soccorso è intervenuto un barista della zona che ha sentito le grida di aiuto della giovane. Dopo aver vinto il pudore e un senso di vergogna, la ragazza si è decisa a denunciare il suo violentatore, arrestato nel giro di 24 ore dai carabinieri di Rimini. Lei stessa lo ha riconosciuto ufficialmente. Poi ha deciso di tornare a casa, in Danimarca. È la quarta volta che il bengalese si rende protagonista di episodi simili.

Fonte: https://www.agi.it/cronaca/stupro_rimini_arrestato_venditore_rose_immigrato-4325723/news/2018-08-29/