Uomo si è presentato in caserma con coltello ancora insanguinato. La vittima è stata colpita per ben 12 volte alla schiena
Ha ucciso la sua compagna e poi si è costituito stamattina alla stazione dei carabinieri di Santa Maria Capua Vetere (Caserta) con il coltello ancora insanguinato. É ora in stato di fermo Nicola Piscitelli, 55enne di Arienzo (Caserta). Secondo quanto ha detto ai militari, avrebbe ucciso la donna nel corso di una lite a Cava Tifatina nel comune di San Prisco (Caserta). Il corpo di Rosaria Lentini, catanese 59enne, è stato trovato all’interno di un sacco a pelo nel luogo segnalato dall’uomo.

Rosaria Lentini è stata colpita per ben 12 volte alla schiena. É uno dei particolari emersi da un primo esame del corpo della vittima.