Villa Tufarelli

Realizzare un modello innovativo di sviluppo locale centrato sulla salvaguardia delle tradizioni e delle risorse culturali, favorendo iniziative di imprenditorialità giovanile e stimolando sinergie fra soggetti pubblici e privati al fine di valorizzare l’area vesuviana, in particolare, la zona nota come Miglio d’oro compresa tra San Giovanni a Teduccio e Torre del Greco. Questo, l’obiettivo principale del progetto “Giovani didattica e sviluppo territoriale”, ideato dall’associazione culturale Villa Tufarelli Onlus, presieduta da Francesco Tufarelli, presentato qualche giorno fa nell’omonima dimora di San Giorgio a Cremano entrata a far parte della rete Siti Unesco.
“È significativo – ha dichiarato il sindaco del comune vesuviano Giorgio Zinno – che un gruppo di amici cerchi di animare una villa storica, qual è Villa Tufarelli, rimasta chiusa per molto tempo. Per la famiglia Tufarelli è una missione tenere questo bene vivo. Si evidenzia anche il senso di comunità di cui questo centro culturale si va riempiendo. San Giorgio, possiamo ben dirlo, rappresenta ora un gioiello del Miglio d’oro. C’è un mondo dell’associazionismo sano, in cui si inserisce anche Villa Tufarelli, che si muove e propone, in accordo con l’amministrazione comunale, eventi rivolti soprattutto ai giovani offrendo qualcosa di importante, partendo dalla cultura, dalla conoscenza e dalla formazione”.
Tante le attività in programma che destano già grande interesse, come dimostra la creazione di accordi di intesa con numerosi istituti scolastici di ogni ordine e grado.
“Villa Tufarelli – spiega Roberta Catello, storica dell’Arte, ideatrice e coordinatrice del progetto – si propone come ideale e concreto punto d’incontro tra istituzioni, scuole, associazioni e società esistenti sul territorio per stimolare progetti e iniziative che valorizzino il suo enorme patrimonio artistico e culturale favorendo il senso di comunità e di appartenenza”.
Le attività dell’Associazione Tufarelli sono realizzate in collaborazione con le associazioni Progetto Museo, Scienza Semplice, SC Spazio consapevolezza, l’Associazione di promozione sociale Coffee Brecht, i Musei del Sito Reale di Portici e il Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa.